FEBBRE DELLA VALLE DELLA FOSSA – 02 MARZO 2023

Una malattia zoonotica trasmessa da vettori ai ruminanti e all’uomo:
Scenari epidemiologici attuali e prevenzione innovativa.

In linea con le raccomandazioni del WOAH e con l’importanza di diffondere nuove prospettive di approccio “One Health”, il 2 marzo 2023 si è tenuto il primo webinar, presentato dallo STOR – REMESA, dal titolo “Rift Valley Fever, a zoonotic vector-borne disease of ruminants and humans: current epidemiologic scenarios and prevention innovations”.

L’evento, che ha coinvolto circa 200 partecipanti provenienti da tutto il mondo, per la maggior parte costituiti da ricercatori mediterranei, è iniziato con un caloroso benvenuto da parte della dott.ssa Cristina Casalone, direttore scientifico dell’ufficio STOR, del dott. Rachid Bouguedour e del dott. Mohammed Bengoumi, del “WOAH – FAO REMESA secretariat in Tunisia”, e facilitato da due moderatori: Guido Ruggero Loria e Giovanni Savini.

Il webinar è stato caratterizzato da 6 diversi contributi, presentati dai maggiori esperti del settore, che hanno discusso l’attuale scenario epidemiologico della RVF in Africa e in Europa, le strategie di prevenzione della malattia, la creazione di modelli predittivi sulla sua possibile incursione nei Paesi occidentali (basati su fattori ambientali e non), gli strumenti diagnostici attuali e innovativi e, infine, i più recenti aggiornamenti nei protocolli di vaccinazione.

Il webinar fa parte di un calendario a lungo termine che prevede una serie di eventi formativi programmati nel corso dell’anno, al fine di perseguire l’obiettivo finale dello STOR: rafforzare la rete scientifica REMESA per lo scambio e il collegamento tra i Paesi del Nord Africa e l’Europa, condividere standard comuni, stabilire linee guida comuni per la prevenzione, il monitoraggio e il controllo dei rischi veterinari emergenti tra i Paesi membri REMESA.

La febbre della Rift Valley (RVF), una zoonosi trasmessa da vettori e causata da un flebovirus (famiglia Bunyaviridae), è una delle zoonosi virali più critiche dell’Africa. La RVF colpisce il bestiame e gli esseri umani ed è trasmessa dalle zanzare o dal contatto diretto con materiale biologico infetto durante la viremia.

La malattia era storicamente limitata al continente africano, ma si è recentemente diffusa nella penisola arabica e nell’Oceano Indiano. I movimenti degli animali e il riscaldamento globale contribuiscono fortemente alla diffusione del virus, minacciando il bacino del Mediterraneo e l’Europa, dove sono presenti vettori competenti. Data l’imprevedibilità dell’introduzione del virus e le incertezze sull’epidemiologia della RVF, è urgente colmare le lacune scientifiche sviluppando ampi programmi di ricerca regionali per costruire modelli predittivi e implementare sistemi di allerta precoce e progetti di sorveglianza adattati ai Paesi del Nord Africa e dell’Europa.

Questo webinar si propone di fornire un aggiornamento sull’attuale scenario epidemiologico della RVF, con particolare attenzione alle caratteristiche zoonotiche della malattia e alle modalità di diffusione dell’infezione da parte dei vettori nel bestiame e nella fauna selvatica.

I partecipanti saranno aggiornati sulle ultime novità e innovazioni riguardanti i recenti metodi diagnostici e le procedure per la prevenzione e il controllo della malattia, in particolare la vaccinazione. Infine, questo webinar mira a sensibilizzare i partecipanti all’applicazione del concetto di One Health.

La registrazione video di questo webinar è disponibile ai seguenti link:

WELCOME: Rachid Bouguedour, Mohammed Bengoumi, Cristina Casalone

PAOLO CALISTRI: Epidemiology of RVF and scenarios for its spread

KOOS COETZER: The clinical signs and pathology of RVF in livestock and wildlife

CATHERINE CETRE SOSSAH: Advances in diagnostic tests for RVF and RVF vaccination in 2023: what’s up?

AHMED BEZEID EL MAMY BEYATT: RVF in Mauritania

MOCTAR ABBAD: Mauritania’s esperience with human RVF

JUERGEN RICHT: Animal models for the development of RVF vaccines

Lascia una risposta