Acquacoltura: sistemi moderni, ostacoli e sfide, cattiva gestione – 18 marzo 2024

L’ultimo webinar intitolato “Acquacoltura: Modern Systems, Obstacles, and Challenges, Improper Management”, ospitato dallo STOR (Scientific and Technical Office of REMESA), ha segnato una tappa significativa nella promozione del networking e dello scambio di esperienze tra esperti e ricercatori provenienti dal Nord Africa, dal Medio Oriente e dall’Europa sud-occidentale. Il webinar ha visto la partecipazione di circa un centinaio di partecipanti appartenenti ai Paesi membri della REMESA e a diversi tipi di pubblico, tra cui funzionari veterinari pubblici, università, ricercatori ed esperti di laboratorio, sottolineando l’impegno collettivo a far progredire le pratiche di acquacoltura nella regione del Mediterraneo.

Il webinar è iniziato con un caloroso benvenuto da parte di Guido Ruggero Loria, Consulente Tecnico Residente dello STOR, insieme al Dr. Rachid Bouguedour e al Dr. Sghaier Soufien del Segretariato WOAH – FAO REMESA di Tunisi. I compiti di moderazione sono stati svolti con competenza dalla dott.ssa Nadia Cherif e dal dott. Francesco Valentini, che hanno guidato i lavori in una sessione coinvolgente e ricca di spunti.

Illustri esperti del settore, tra cui il Dr. Mohamed Salah Azaza, il Dr. Mohamed Masood Wael Abdelwahab, il Dr. Manfrin Amedeo e la Dr.ssa Anna Toffan, hanno condiviso la loro esperienza per sviluppare un’acquacoltura sana, produttiva e sostenibile. Gli argomenti trattati hanno spaziato dagli aspetti amministrativi e normativi ai rischi ambientali legati alla produzione intensiva, dalle malattie che colpiscono l’acquacoltura alle implicazioni di marketing. Particolare enfasi è stata posta sulla gestione della biosicurezza, con discussioni sulle malattie prevalenti e sul rischio emergente di resistenza antimicrobica (AMR). Inoltre, i relatori hanno fornito preziose indicazioni sulle prospettive future dell’acquacoltura mediterranea, mostrando i progressi tecnologici e le soluzioni innovative alle sfide del settore.

Il webinar è servito come piattaforma per una solida discussione, approfondendo la comprensione delle complessità del settore e aprendo la strada a una crescita sostenibile e alla resilienza in un periodo di cambiamenti climatici. Guardando al futuro, lo STOR rimane impegnato a far progredire la scienza veterinaria e l’acquacoltura nel bacino del Mediterraneo e a individuare esperti e laboratori di riferimento per i Paesi della Rete REMESA. I futuri impegni e le collaborazioni previste contribuiranno ulteriormente alla visione collettiva di una comunità scientifica fiorente e interconnessa.

L’acquacoltura rappresenta oggi il settore agricolo in più rapida crescita al mondo; in seguito al costante aumento della popolazione umana, la piscicoltura è diventata uno dei settori più importanti per soddisfare la crescente domanda di proteine di origine animale. L’offerta mondiale di alimenti ittici è cresciuta notevolmente negli ultimi cinque decenni, con un tasso di crescita medio annuo del 3% nel periodo 1961-2009. Il pesce e i prodotti della pesca rappresentano una fonte molto preziosa di proteine e micronutrienti essenziali per una nutrizione equilibrata e una buona salute. Attualmente, il pesce rappresenta quasi il 20% dell’apporto di proteine animali della popolazione mondiale e il 10% di tutte le proteine consumate.

Nel settore dell’acquacoltura, la necessità di disporre di stock massicci e della relativa gestione intensiva è una necessità per far fronte all’aumento della produzione. Inoltre, sono ancora molti i vincoli che gravano sull’acquacoltura, tra cui la qualità dell’acqua, la mancanza di competenze tecniche, l’elevato costo dell’alimentazione e, inoltre, le condizioni ambientali degli allevamenti ittici che creano un grave impatto ecologico; di conseguenza, le epidemie di malattie dei pesci sono diventate un serio ostacolo allo sviluppo dell’acquacoltura.

La prevenzione e il controllo delle malattie dei pesci si basano principalmente sull’uso di antibiotici e disinfettanti. Al giorno d’oggi, la recente domanda dei consumatori è aumentata per una qualità stressata senza l’uso concomitante di inquinanti e antibiotici, soprattutto a causa della consapevolezza del rischio di resistenza agli antibiotici. Infine, c’è un crescente interesse per il consumo di alimenti biologici e rispettosi dell’ambiente.

Uno degli approcci più interessanti nel settore dell’acquacoltura è quello di garantire l’applicazione di procedure di biosicurezza per prevenire l’introduzione e la diffusione di organismi che causano malattie, molte specie invasive acquatiche, promuovere la salute dei pesci e dell’uomo e proteggere gli investimenti economici.

Questo webinar rappresenta una grande occasione e opportunità per i partecipanti dei Paesi REMESA del Mediterraneo per raccogliere molte informazioni e conoscenze sul settore dell’acquacoltura, sullo stato globale e regionale di questo settore, sulle sfide, sulla gestione e sulla sostenibilità dell’acquacoltura, sulle misure di biosicurezza, sulle prospettive future e sul ruolo delle donne nella produzione ittica. I partecipanti si soffermeranno sui recenti risultati e sulle tecnologie avanzate nella produzione dell’acquacoltura. Questo webinar mira a sensibilizzare i partecipanti al concetto di One Health.

Fare clic qui per scaricare il programma in formato PDF

Lascia una risposta