Celebrazione di un secolo di eccellenza: WOAH compie 100 anni di promozione della salute umana e animale

In occasione di un’importante celebrazione, l’Organizzazione Mondiale per la Salute Animale (OIE) è orgogliosa di festeggiare il suo 100° anniversario, un secolo di impegno costante per la salute e il benessere degli animali. Fondata nel 1924 come OIE e composta da soli 28 Paesi membri, l’OMA è cresciuta in modo esponenziale, vantando oggi una solida rete di 183 Paesi membri.

Originariamente fondata per affrontare le sfide legate alla salute degli animali, la missione della WOAH si è evoluta nel corso degli anni. Tuttavia, la svolta è avvenuta con la pandemia globale di COVID-19, che ha determinato un aumento sostanziale delle attività allineate con l’approccio One Health. Il WOAH ha riconosciuto la profonda interconnessione tra salute animale e umana, rafforzando il suo impegno ad affrontare le sfide sanitarie in modo olistico.

Il successo della WOAH risiede nei suoi valori fondamentali di solidarietà e collaborazione con i suoi membri. Questa stretta collaborazione è stata determinante per reperire informazioni accurate e tempestive, sviluppare strumenti essenziali per controllare i focolai di malattia e risolvere varie questioni legate alla salute degli animali. Nel corso del tempo, la WOAH ha integrato perfettamente la salute animale in discussioni più ampie sulla salute globale, sottolineando il ruolo integrale degli animali nel nostro mondo interconnesso.

Nel celebrare questo importante traguardo, riflettiamo sui contributi significativi del WOAH per il benessere degli animali e degli esseri umani. La dedizione dell’organizzazione nel promuovere la collaborazione, migliorare la salute globale e sostenere la prospettiva di One Health è davvero encomiabile.

Guardando al futuro, la WOAH è pronta a continuare la sua eredità di eccellenza, con un impatto duraturo sulla salute e sul benessere del nostro pianeta. A un secolo di successi e a molti altri anni di successi nella continua ricerca di un mondo più sano e interconnesso.

Buon 100° anniversario, WOAH!

Lascia una risposta